Coach Cibe

Completiamo le informazioni sugli Italian-American Lax

Dicevo che i giovani smanettano. Ma gli anziani è meglio che oltre smanettare riflettano e, quando necessario, rivedano e correggano (in meglio si spera) le proprie posizioni.

Questo è quello che ho decisodi fare dopo una telefonata di 46 minuti con il presidente Antonelli (non solo su questo argomento ovviamente, ho avuto materiale buono per almeno altri 72 articoli), completando e rivedendo le informazioni sull’Italian-American Lax che mi sembrano ora più chiare.

La mia (sottolineo mia personale) impressione generale negativa resta così come l’idea  che si tratti di un modo per mettersi in mostra e farsi quindi convocare per l’Europeo e la sensazione che il fatto che vogliano venire in Italia ad aiutare sia una palla solenne anche; inoltre, sappiamo tutti che le foto fanno il 70% dell’informazione e la foto della nazionale trae senza dubbio in inganno, ma…
…il gruppo è conosciuto, i loro promotori anche e l’Associazione è nata proprio per partecipare a festival lacrossistici e “divulgare” il lacrosse.
Dunque, niente try-out (e ci mancherebbe altro), niente tentativi di sostituirsi alla nostra federazione (meno male) e niente recruiting per conto del Coach della nazionale.
Certo che, parole meno sibilline (per lo meno per noi italiani) sarebbero state meglio interpretate dai giocatori che vivono in italia che in quanto tali sono focosi 🙂 .

Altro discorso è la gestione delle conversazioni su FB. Ma ma questa è un’altra storia e la racconteremo un’altra volta.

7 Comments

  1. TS

    22/09/2011 at 7:28 pm

    Palle, palle, le discussioni in punta di calamaio e le risposte ufficiali e formali in forma scritta sono sempre necessarie e indispensabili. Non si può però negare che si va avanti anche a risposte ufficiose e a discussioni orali….. Di quel bel sito è sbagliato tutto, il modo, l’obiettivo e i mezzi …. ben venga la “focosità” dei giocatori italiani che, si badi, non è “focosità” ma è ponderata (si secondo me per nulla esagerata) reazione a qualcosa che di giusto non ha neanche il colore delle sfondo del sito!

  2. JD

    24/09/2011 at 1:16 pm

    Io quello che ho da recriminare a me stesso è il fatto di aver scritto in un inglese maccheronico. Per il resto ho solo espresso la mia idea.
    Tra l’altro, a vedere il numero di “mi piace” al commento, non sono l’unico a pensarla in questo modo…
    Giocare con americani aiuta, senza dubbio, ma fino ad un certo punto. L’ho scritto anche dopo in un altro commento. Se volessero davvero aiutare il lacrosse italiano dovrebbero venire qui e insegnarci tutto quello che sanno, non proporsi per la nazionale. Ok, se la nazionale fosse composta da soli americani raggiungerebbe un posto più in alto di una composta da soli italiani, e lo sappiamo tutti. Ma che senso ha? Quest’anno, per esempio, ho visto squadre crescere un sacco durante l’anno, grazie anche all’aiuto di americani…ma chi ha vinto il campionato? L’ unica squadra composta da soli italiani!
    Perchè secondo voi?

  3. Christian

    25/09/2011 at 10:19 am

    Perchè ha arbitrato (quasi) tutte le partite?

    CT

  4. JD

    26/09/2011 at 12:36 am

    LOL? Scusa Christian ma non ti seguo. Puoi spiegarti meglio?

    • Coach Cibe

      26/09/2011 at 11:00 am

      Ragazzi, non iniziate un botta e risposta 😀
      Credo che il commento di Christian si riferisse in realtà allo “scambio” con Alberto nei commenti dell’articolo “All Star Game le convocazioni”.

  5. Pingback: URL

  6. Pingback: prioritycashadvance

Lascia un commento