Coach Cibe

Italian American Lax: chi è costui?

I giovani smanettano!
Anche gli anzianotti smanettano ma evidentemetne i giovani smanettano di più.
Ieri mi arriva questa email (testuale):

Che cazzo di articolo è?
http://laxallstars.com/calling-all-italian-laxers/

Vado e controllo.
Una pagina di un blog americano dove una fantomatica (per lo meno per me e per chi mi ha scritto)  associazione “Italian American Lax” chiama a raduno i giocatori di lax italo-americano perqualcosa che sembrano essere dei try-out per la Nazionale??!!!??
Il tutto corredato da una foto della nazionale italiana agli ultimi Mondiali (con alcuni dei nostri ragazzi in bella vista tra cui un riconoscibilissimo e strasorridente Mannarino) e foto di gioco della nazionale italiana (non so chi sia il giocatore ma il messaggio dell’immagine è chiaro: “vieni da noi e giochi in nazionale”).
Qualcosa non torna. Non è una cosa bella. I nostri ragazzi si sbattono a Roma all’All Star Game, davanti all’allenatore della Nazionale Italiana e qualche italo-americano, (forse troppo scarso per giocare nella Nazionale USA ?), lancia una specie di recruiting per la nazionale italiana! Non si fa’! No no no!!

Non so a voi ma a me hanno cominciato a girare come un mini-pimer.

Mentre i ragazzi cominciano a rispondere a tono a questi signori…:

I’m an italian laxer and I don’t want US laxers in my National Team…I prefer to see my national team losing every game, but being made up of Italians!

 …a real support would be come here to teach the sport, not enter in the national team only because there is no way in the US….

scrive loro JD Colombo mentre Emanuele ribadisce:

 ITALIAN Laxman in the ITALIAN team

…scrivo al consigliere Whitford, gli telefono e tento di mettermi in contatto anche con il presidente Antonelli.
Comincio a sospettare che a furia di chiamarli per qualsiasi cosa mi odieranno ma ne faccio una ragione.
Io – che non gioco e non giocherò mai in nazionale – voglio vedere PRIMA i miei e i nostri ragazzi in nazionale, POI, per i posti vacanti, anche gli oriundi.

Alla fine esce la risposta ufficiale della federazione, tramite una mail di Whitford:

Grazie della comunicazione; noi non sappiamo nulla e provvederemo al più presto a fare le segnalazioni necessarie.
La federazione non ha autorizzato tale annuncio!

e una telefonata tempestiva del presidente Antonelli che conferma e reitera quanto detto da Steven e anzi mi comunica che “tutto quello che non è pubblicato sul sito della federazione (Lacrosseitalia) non è autorizzato dalla Federazione”.

La posizione è chiara: la federazione non riconosce, non avvalla e non approva quanto pubblicato in America.

Intanto la discussione su FB va avanti con l’intervento, oltre che dei già citati Colombo e Govoni anche del consigliere Whitford in modo più pacato:
https://www.facebook.com/LaxAllStars/posts/212641692132028?notif_t=like
ma la pagina dei giocatori italoamericani bravi ma non abbastanza bravi per gli USA continua ad essere on line.

Ci aguriamo tutti che la federazione riesca a fare chiudere o modificare la pagina e farsi dare delle giustificazioni attendibili (e delle scuse, aggiungerei io) per quanto scritto sul blog americano.

 

One Comment

  1. Pingback: Rauchmelder

Lascia un commento