Coach Cibe

La conta dei cadaveri… ovvero i persi per strada

Fabio del Coco piega in modo innaturale la sua mazza 😀 nel tentativo di fermare Daniele Scaccabarozzi del Merate nella partita che ha dato ai Red Hawks il titolo 2010/2011

Inizia con questo articolo, la collaborazione tra Fabio Del Coco (difensore e “articolista” Bocconi) e Coach Cibe.
Una serie di articoli scanzonati, che colgono il lato ironico della vita sportiva dei lax boys, delle trasferte e delle partite. Una visione appunto ironica, a volte realistica e a volte assolutamente fantasiosa (talmente fantasiosa che in questo articolo vengono attribuiti 2 gol a Sacchi che è rimasto invece a secco nella partita reale) degli incontri della Bocconi nella marcia di avvicinamento per cercare di conquistare le final four.

Mi raccomando ragazzi, che nessuno dei nominati si offenda, che nessuno se la prenda o si senta offeso come uomo o come giocatore. C’è il massimo rispetto per tutti, anche quando si scherza sulle prestazioni, sui risultati o sui “tituli”. E’ cabaret!! … buon divertimento!!

Carnate, 27 Novembre 2011
Merate-Pellicani Bocconi 10-6

Red Hawk Merate: Giozzi (P); Regallo G., Coggi, Redaelli; Sacchi, Scaccabarozzi, Villa; Iubini A., Attinà, Dulles, Bonizzoni, Rossi, Regallo L., Colombo, Rohrich, Parolani, Scandola.
Allenatore Coach Cibe.

Pellicani Bocconi: Sarcinelli; Fossati, Del Coco, Zampaglione; Balzarini (1), Rondi, Merlin; Felici (1) Offerman (3), Tremolada, Galperti (1), Ballardini, Hinostroza, Bosi, Valagussa, Maggioelli.
Allenatore Offerman.

Arbitri: Tani e Wilkinson

Parziali: 3-0, 2-0, 2-2, 2-4

Migliori in campo: Centraco (Merate) e Merlin (Milano)

Commento: LA CONTA DEI CADAVERI…OVVERO I PERSI PER STRADA

Dopo la vittoriosa trasferta torinese, i milanesi sono in scena a Carnate contro i campioni in carica del Red Hawks Merate.
La trasferta dei milanesi comincia subito “benissimo”, come suo solito Fox (Fossati ndr) decide di prendersi quella mezz’ora accademica di ritardo facendo aspettare tutti in piazza Sraffa.
Oltre a Fox mancano dall’elenco Terron Antignani e Francesco Allasina che sono definitivamente dispersi e non rispondono neanche ai cellulari.
Dopo un breve consulto i nostri eroi se ne fottono, partono lo stesso e arrivano al terreno di gioco dove ad aspettarli trovano lo slalomista Rondi e il cecchino Offerman che ormai hanno fatto la muffa. Ma non è tutto, dopo l’arrivo della FDCar è la volta della macchina presidenziale… all’appello non manca quindi più nessuno… ma siamo sicuri…
Una rapida conta e si osserva che a mancare è la macchina di un elemento…indovinate un po’ chi? Ma ovviamente la Foxcar che non si sa come è riuscito a perdersi dopo che alla partenza aveva esclamato: “Non preoccupatevi…conosco la strada….seguitemi…il campo è quello dell’altra volta…so benissimo come arrivarci…”  infatti…
Ma non è tutto; in attesa di Fox e company i nostri eroi si preparano ma negli spogliatoi arriva la lieta novella…quei volponi degli arbitri torinesi hanno dimenticato un piccolissimo particolare… ovvero che per domenica 27 è previsto lo sciopero dei treni in Lombardia, i geni arrivano quindi in treno alla stazione Centrale di Milano rimanendo praticamente bloccati lì.
Vani sono i tentativi di arrivare se non in taxi…
Nel mentre gli ospiti si preparano, mister Offerman fa il suo enciclopedico discorso pre-partita e poi i ragazzi scendono in campo per il riscaldamento, lungo streching (visto che le palline sono ovviamente nella macchina di Fox) e line drills con l’unica palla recuperata nel fondo della sacca del leghista Bos(s)i….
…L’orologio segna le 14.15 e gli arbitri non si vedono…
Alle 14.20 accade un fatto insperato, no, ovviamente non sono gli arbitri, ma arriva la Foxcar con a bordo Venezia Felici, Jesus Hinostroza e Bam Bam Zampaglione. La domanda che tutti si  fanno è: Ma dove mischia erano finiti? Come diavolo hanno fatto ad impiegare 1h e 20 per fare un percorso che gli altri hanno fatto in 30 min.?
Ma bando alle ciance (o ciancio alle bande) il match è pronto ad iniziare non prima che il santone Jesus Hinostroza abbia compiuto il suo miracolo. No, ovviamente non ha moltiplicato il pane e i pesci o camminato sopra le acqua (troppo facile) ma ha fatto qualcosa di ancora più miracoloso… ha fatto apparire gli arbitri che si presentano ben 5’ prima dell’inizio della gara.
Gli arbitri chiamano… le presentazioni vengono effettuate… il match sta per cominciare ma a un certo punto Wizard Del Coco nella sua ingenuità pone una domanda: “Ma la furia indomabile Galperti che mischia di fine ha fatto?”
…momento di smarrimento collettivo… un altro disperso di cui saranno rinvenute le tacce alla fine del primo periodo.
Primo face-off e il mago Merlin conquista palla (partendo con approssimativamente2”di anticipo rispetto al fischio degli arbitri che ovviamente non si accorgono di nulla (se il buon giorno si vede dal mattino…)
I milanesi però proprio non ci sono. Offerman è splendidamente marcato dal bimbo Coggi, Venezia Felici è più egoista del solito, lo slalomista Rondi tira ovunque tranne che in porta non ricordandosi che la caccia al fagiano è ormai chiusa da tempo, mentre il Balza non ne becca una.
Mortifero è il gioco dei brianzoli che, giocando senza crease man massacrano i milanesi a colpi di tagli. Scacca (un vero lusso per questa categoria) è una scheggia con i suoi scatti a ripetizione, il treno Sacchi (a cui non hanno ancora spiegato che a volte può anche deviare il suo moto rettilineo uniforme) è imprendibile, Villa è un vero e proprio gigante e se non bastasse c’è sempre una Freccia Attinà in stato di grazia.
Passano 2 minuti ed il Merate realizza, bam bam Zampaglione va a farfalle e il Dulles realizza…1 a0.
I milanesi provano a reagire ma non riescono a far nulla, perdono tutte le ground ball, sbagliano passaggi elementari e appaiono svagati e fuori dal gioco.
Al contrario i campioni d’Italia sono sempre sul pezzo e fanno un sol boccone della Bocconi prima con Dulles e poi con Attinà che da posizione ex beffa la difesa per il3 a0 di fine primo periodo.
…intanto arriva Galperti in leggero anticipo rispetto alla tabella di marcia….
Nel secondo periodo la storia non cambia, anche se rafforzati da SuperGalp, la Bocconi è inconcludente, Rondi trova per la prima volta la porta ma Giozzi incredibilmente blocca la palla tra le ginocchia, i tiri della Furia indomabile sono sempre rimpallati e Offerman si sacrifica per la squadra ma è inconsistente.
Il Merate invece non fa prigionieri e realizza altre due reti, la prima in superiorità numerica dopo l’ovvia espulsione di Bam Bam Zampaglione (se lo chiamano bam bam…ci sarà un motivo) e la seconda con un veloce fastbreak concluso con uno splendido tiro di Sacchi. 5 a0 e milanesi completamente annichiliti….
Nel terzo periodo i milanesi finalmente hanno una reazione. La difesa diventa più solida, il centrocampo comincia a fare filtro e l’attacco finalmente si sveglia. Passano 5 minuti e il cecchino Offerman prende palla in posizione ex, si fuma Regallo e mette la palla lì dove Giozzi non può proprio arrivare. Ma non è tutto, passano altri 3 minuti e gli ospiti raddoppiano,la Furia indombile Galperti esplode un siluro terra-aria, anzi stecca-incrocio che colpisce il palo interno e si insacca…5 a2 e match che sembra riaperto…
Ma la gioia è di breve durata… il treno Sacchi vince forse per la prima volta il face-off, le due wings Ballardini ed il president Balzarini non coprono la difesa e “moto rettilineo uniforme” Sacchi va dritto per dritto e realizza il 6 a2..
Ma non è tutto, i milanesi, cominciano ad essere efficaci in attacco ma combinano disastri in superiorità numerica… praticamente non realizzando mai sia per i tiri errati, sia per i miracoli di un super Giozzi in versione Grande Muraglia… sia, il che è molto peggio, sbagliando passaggi e perdendo inutilmente palla. Per ben 2 volte riescono addirittura a sciupare un 6 vs 4… veramente pessimi.
Il Merate invece gioca come il gatto col topo… e su una veloce ripartenza moto rettilineo uniforme Sacchi riesce a far espellere in una sola azione il Fox e, ovviamente , Bam Bam Zampaglione.
I locali spiegano come si gestisce un 6vs4 con la rete dell’8 a 2.
Sembra finita ma qui gli ospiti hanno un impeto di orgoglio mentre i locali, praticamente convinti di aver portato la vittoria a casa, si rilassano… finalmente escono fuori i veri Pellicani… le ground ball sono tutte vinte, il sangue inietta gli occhi dei giocatori di mister Offerman… il Mago Merlin vince l’ennesimo face-off facendo sparire la palla dal pocket di Sacchi, ma non è tutto, salta Colombo e lo costringe all’espulsione… palla a Offerman e siluro imprendibile….8 a 3…
Ricomincia il gioco…free-clear…. palla ancora ad Offerman che serve col calibro Venezia Felici… 8 a 4 e milanesi che realizzano in 30” più reti che nei precedenti 3 periodi…
Agli ospiti ora riesce tutto facile, la palla gira veloce nei pocket mentre coach Cibe sembra un tarantolato urlando di tutto dietro ai suoi uomini… ma è inutile, gli ospiti sentono l’odore del sangue ed azzannano la preda alla giugulare… il cecchino Offerman sale in cattedra, si fa beffe del bimbo Coggi e esplode il suo destro che si insacca sotto il sette…8 a 5….
Il Merate comincia a chiamare schemi…Benzene… 300… e chi più ne ha più ne metta… ma è inutile, i brianzoli cominciano ad aver paura e cominciano ad udirsi i primi fischi dagli spalti….
Paura ben riposta… palla sulla destra SuperGalp attira su di se tre avversari… vede con la coda dell’occhio  il presidente Balzarini solo a centro area… passaggio no-look e rete..rete…rete…rete… rete!! 8 a 6 e match incredibilmente riaperto in 5 minuti.. incredibile che cos’è il Lacrosse.
Coach Cibe non ci vede più, chiama time out e urla di tutto ai suoi esclamando: “E siamo anche fortunati che questi la porta non la stanno prendendo mai…”
Il match riprende, Merlin vince l’ennesimo face-off…la palla arriva allo slalomista Rondi che si fuma Regallo ed esplode una mina degna di Mark Lenders di cartooniana memoria… la palla è dentro, Giozzi non ci arriva…ret..nnnnnnnnoooooooooo palo….. incredibile amici a cosa stiamo assistendo…
La palla viene recuperata dal Merate…rapido fastbreak…la difesa recupera…tiro senza pretese di Scaccabarozzi… Wall Sarcinelli para senza problemi ma perde la palla che beffardamente si insacca alle sue spalle….9 a 6.
I milanesi tentano la reazione, ma si beccano un altro man down per l’espulsione di chi…provate un po’ ad indovinare… ma ovviamente di bam bam Zampaglione (5° espulsione per lui in 2 partite…Montero al suo confronto è un angioletto…).
Qui accade la genialata degli ospiti. C’è da premettere che i milanesi hanno un man-up team ed un man-down team… e fin qui tutto bene. Accade che in campo ci sono 3 centrocampisti del man-up team che decidono CONTEMPORANEAMENTE E CON IL GIOCO IN SVOLGIMENTO di uscire dal terreno di gioco lasciando i poveri Fox e Wizard Del Coco in balia degli avversari…
Fortuna vuole che il buon Attinà esploda un siluro che becca in pieno casco Wizard Del Coco con la palla che rimbalza di circa 30 mt venendo presa a volo dall’entrante SuperGalperti…
Ma è inutile, i milanesi sbagliano ancora ed un enciclopedico Scaccabarozzi mette la parola fine al match con un tocco ravvicinato per il10 a6 finale.
Termina l’incontro con una meritata vittoria dei brianzoli che sono stati padroni incontrastati per 7/8 del match. Resta il rimpianto di cosa sarebbe potuto essere se i milanesi si fossero espressi per tutto il match così come nei primi 10 min. del quarto periodo.
Da segnalare l’esordio in campionato per i milanesi di Maggiorelli (che sfiora anche la rete) e l’ottima prestazione nei brianzoli di Villa vero MVP dell’incontro che si affianca ormai all’onnipresente…Centraco…
Il prossimo incontro per la Bocconi è fissato per domenica 12 Febbraio  contro il Torino.

3 Comments

  1. Muriel

    02/12/2011 at 2:00 pm

    Complimenti a Wizard, articolo ironico, pungente e veramente divertente…. continua così… non smettere mai di farci sorridere…

  2. Mario BIG

    02/12/2011 at 11:17 pm

    …ahaha..un racconto davvero piacevole..non vedo l’ora di leggermi il prossimo!
    Comunque, viste le richieste, alla prima occasione foto d’onore tra Villa e Centraco..i due MVP di giornata! 🙂

  3. SantaClausIsLaxin'InTown

    03/12/2011 at 10:22 am

    Il tiro senza pretese era di Villa, non di Scaccabarozzi! 😀

Lascia un commento