Coach Cibe

Se If

Liberamente adattato da un testo di Ruyard Kipling (in neretto le parti originali).
Oguno la legga e la interpreti come preferisce, ma sempre con il sorriso sulla labbra e la giusta dose di ironia (o autoironia nel mio caso).

Se riesci a conservare il controllo quando tutti
Intorno a te lo perdono e te ne fanno una colpa;
Se riesci ad aver fiducia in te quando tutti
Ne dubitano, ma anche a tener conto del dubbio;
Se riesci ad aspettare e non stancarti di aspettare,
O se mentono a tuo riguardo, a non ricambiare in menzogne,
O se ti odiano, a non lasciarti prendere dall’odio,
E tuttavia a non sembrare troppo buono e a non parlare troppo saggio;

Se riesci a sopportare ritardi di comunicazione inimmaginabili;
Se riesci a pensare alla mancanza di qualsiasi informazione come azione non voluta
Che siano nuove squadre, Europei, verbali, convocazioni o iniziative sportive;
Se riesci a tollerare un calendario del campionato inguardabile;
Se riesci a sopportare di udire la verità che hai detto
Distorta per non dare una ragione evidente
O a contemplare le cose cui hai dedicato tempo prezioso, infrante,
E piegarti a ricostruirle con strumenti logori;

Se riesci a fare capire che comunicare le date delle finali di campionato è un atto dovuto
E che le squadre non possono capire fino a quando possono rinviare le partite
Senza che qualcuno dica loro cosa fare;
Se riesci a costringere cuore, tendini e nervi
A servire al tuo scopo quando sono da tempo sfiniti,
E a tener duro quando in te non resta altro
Tranne la Volontà che dice loro: “Tieni duro!”.

Se riesci a parlare con tutte le squadre e i giocatori,
Raccogliendo informazioni da condividere con tutti,
Rimanendo onesto e imparziale verso chiunque,
Se non riesce a ferirti il nemico né l’amico più caro,
Se riesci a dare un servizio al lacrosse italiano
Facendo capire che se tanti si lamentano un motivo ci sarà;
Se riesci a non far passare la voglia di crescere e a non uccidere l’entusiamo
Dando valore alle opinioni di tutti,
E, rispettando i tuoi impegni, pretenderai lo stesso dagli altri,
Uomini, Squadre o Federazione che siano:
Tua è la Terra e tutto ciò che è in essa,
E – quel che è di più – sei un Uomo, figlio mio!Sorry, this entry is only available in Italiano.

2 Comments

  1. Pikachu

    31/01/2012 at 4:09 pm

    In punta di fioretto!

  2. Team rocket

    31/01/2012 at 9:11 pm

    Io penso che, come la stessa rivistazione della poesia dimostra, Fabio abbia davanti a sè un compito enorme che voi stesse state riconoscendo con questo scritto.
    Deve parlare con tutte le squadre, recuperare informazioni, poi distribuirle, coordinarle, spesso sollecitare più e più volte a causa delle risposte che non giungono . Fare calendari, rifarli, cercare di ammortizzare i costi, poi soddisfare le richieste di tutti, poi far crescere il lacrosse , fare lezioni alle squadre neofite, gestire le assemblee e alla fine…si trova che le richieste pendenti che gli fate sono aumentate…..Non ha già fatto abbastanza in soli 3 anni di tempo?

Lascia un commento