Coach Cibe

Giorgini e Carabellese; estremi a confrontoNational team caps: Giorgini and Carabellese

Dario Giorgini ai mondiali 2010. Foto FIGL

Dopo avere sentito il parere di Andrea Lubrano, Luca Coggi, Matteo Magugliani, Federico Galperti, Paolo Scaccabarozzi, Francesco Sacchi e l’immancabile Steven Whitford, abbiamo raggiunto via email Dario Giorgini, storico attaccante ITALIANO della nazionale italiana con 13 presenze accumulate in 2 manifestazioni (Europei 2008 e mondiali 2010).
Dario è soddisfatto della propria convocazione anche se è consapevole che mantenere il posto in nazionale diventa più difficile ad ogni manifestazione: “Beh sicuramente è una gran bella soddisfazione, penso sia segno che il lavoro fatto finora è stato buono. La concorrenza è sempre maggiore e più agguerrita, bisogna stare attenti e dare sempre il massimo, però sono contento e questa convocazione mi ripaga degli sforzi! Spero di vederti presto in campo (non credo in nazionale 😀 ndr), un abbraccio”.
Grazie Dario, a presto!

L’altra faccia delle medaglia (per le convocazioni intendo) è il nostro vecchio amico Pietro Carabellese, ex presidente e capitano della Bocconi che ha da poco ripreso la stagione in Italia dopo un semestre con i San Diego Atzecs, che abbiamo raggiunto via whatsapp (aahh… il potere della tecnologia!).
“Ho accolto la notizia con grande piacere,” – ci dice Pietro – ” è una grande soddisfazione poterre partecipare a una manifestazione del genere! Anche se adesso bisogna lavorare ancora più sodo per dimostrare di meritare questa chiamata”.
Il mio personale invito a Pietro è quello di iniziare a lavorare più sodo quando gioca con squadre che non siano i Red Hawks… … 😀

Both Dario Giorgini and Pietro Carabellese, are very happy of the cap fot the European Championships.
Giorgini knows that the cap is each time more difficult because of the new players (Dario has 13 caps in the national team and has attended last European and World Championships).

For Pietro this is the first cap, and he knows that he has to work harder and harder to demostrate his real value.

9 Comments

  1. Alice

    19/03/2012 at 11:36 pm

    Chi capisce che state a fa’ è bravo. Ma se son tutti così i giocatori della nazionale, vengo di sicuro.Anvedi che figo questo oh!

  2. Coach Cibe

    20/03/2012 at 9:03 am

    …e non hai visto Coach Cibe 😀

    Per favore Alice, la prossima volta firmati con nome e cognome.
    Grazie

  3. LB 77

    20/03/2012 at 12:58 pm

    “Fucile a canne mozze” anche playboy!! eheheheh

    Lorenzo Battaglia

  4. Mik

    20/03/2012 at 4:57 pm

    Ah ah , grande Dario…..è il proprio il caso di dire che l’Italia con la “stecca” si farà sempre onore. Sei il nostro porta bandiera !!! Smetto perchè mi vengono un casino di battute bellissime ma “da spogliatoio”.

    p.s. x la ragazza di Dario: ” Si scherza…..Dario è fedelissimo e poi in squadra saranno tutti uomini!”

    X Alice: Comincia a seguire il lacrosse, non importa cosa ti spinge….magari poi scopri che ti piace (anche) il gioco! 😀

  5. Muriel

    21/03/2012 at 5:22 pm

    e in questa foto non dà neanche il meglio… dal vivo merita molto di più 🙂

  6. Alice

    21/03/2012 at 9:35 pm

    Allora Muriel (posso darti del tu?) Vediamolo dal vivo! Io son pronta! 🙂
    A parte gli scherzi vedo le foto che fai e…..c’é in giro della bella fauna per i campi.
    Anche l’ultimo intervistato Tommy …insomma non c’è che dire?
    Ma cos’ê, la nazionale si vince in bellezza? Ho visto le tue foto ma, quelli per cui tifi li vedo un po’ troppo bimbi. A me sto Dario piace tanto di viso, pulito , solare, ma anche sexy e adulto. Me intriga! Poi ho stalkato su fb…. e vedo una discreta tartaruga!!! 😉

    Ma non ti commissionano un backstage negli spogliatoi alla dieux du stade….? Che li usano anche per il mondiale!

  7. Coach Cibe

    22/03/2012 at 8:53 am

    Un bel calendario “dieux du crosse”… 😀

  8. Muriel

    22/03/2012 at 11:27 am

    ciao Alice,
    diamoci del tu (ça va sans dire). Nel panorama del lacrosse italiano ci sono molti bei ragazzi, alcuni dei quali possono sicuramente rientrare nel canone dell’homo vitruvianus di Leonardo da Vinci, ma non credo siano così sfacciati da farsi fotografare nell’intimo dello spogliatoio. Tuttavia parlo senza aver mai chiesto, quindi potrei essere smentita e se così fosse, potrei pensare di organizzare una sessione di foto, magari durante la coppa italia quando tutti gli atleti saranno presenti. 🙂
    io la butto lì, giovani/meno giovani e piacenti atleti avete voglia di mettervi in gioco???

  9. Mik

    22/03/2012 at 11:04 pm

    Muriel…..tu lo sai ….basta che me lo chiedi tu e puoi fotografarmi come e dove vuoi (complemento oggetto e non complemento di stato in luogo )! ;D Porta il grand’angolo…..non mi vanto di riempire l’obiettivo solo con doti che i maliziosi già ipotizzano, ma in genere riempio bene l’inquadratura 😀

    Alice: Comprare un dieux du lax significa trovarsi i Bergamasco come un Leo Cullen del rugby! Te la senti di rischiare?

Lascia un commento