Coach Cibe

Miglior logo italiano: primo classificato TORINO LACROSSEBest italian logo: first position TORINO LACROSSE

Marco MC Cabras e Lorenzo LOLLO Battaglia, rispettivamente attaccante e centrocampista del Torino Lacrosse, sono gli autori del logo della squadra piemontese, votato dagli appassionati italiani quale miglior logo delle squadre del campionato italiano.

Visto che Lollo è negli states (quanto viaggiano sti ragazzi), la voce dei “creativi” del Torino è affidata a MC.

COACH CIBE: Tanto per iniziare… ma la squadra come si chiama veramente?
MC: Il nome ufficiale della squadra è Torino Lacrosse, la parola Taurus è una sorta di nickname riconoscitivo

COACH CIBE: Cosa rappresenta il logo?
MC: Il logo è l’insieme di molti significati importanti per la squadra e la nostra città. Viene rappresentato in primis la testa di un toro in posizione di carica che “nasce” da una stella: Aldebaran. Aldebaran è la stella più luminosa e importante della costellazione del Toro; il riferimento alla stella è presente anche nel nostro urlo di squadra, In Coelo: ALDEBARAN….In terra: TAURUS! (nel cielo Aldebaran, sulla terra i tori). I colori invece sono un chiaro riferimento alla cromia usata nello stemma della città di Torino, giallo e blu.
In secondo piano invece è rappresentata una head di una stecca da lacrosse, come riferimento allo sport praticato

COACH CIBE: Chi è l’ideatore del logo e come si è arrivato alla versione definitiva?

MC: Al momento della nascita della squadra si è iniziato a pensare a un possibile stemma/logo ma non si è mai parlato seriamente della cosa tutti insieme. Un giorno di pausa dall’università ho iniziato ad abbozzare i logo prima su carta, poi a trasferirlo in digitale, cercando di individuare gli aspetti nevralgici della squadra e della città. Sono state fatte innumerevoli versioni del logo fino a quando una sera ho presentato una delle prime bozze “definitive” del logo a Lorenzo Battaglia. Iniziava a convincerci seriamente e da li è partita una collaborazione più profonda che CI ha portato al logo definitivo che oggi si può vedere.

COACH CIBE: Si è partiti completamente da zero o da immagini già disponibili?
MC: Sono partito da un analisi completa dell’anatomia del toro e delle sue varie posizioni, una volta individuati i punti essenziali della posizione di carica del toro è iniziato un lungo processo di elaborazione su carta con poi la successiva digitalizzazione del tutto tramite programmi di editing vettoriale.

COACH CIBE: Vi siete divisi i compiti o avete lavorato insieme sul progetto per tutto il tempo?
MC: Ormai io e Lorenzo sono 9 anni che lavoriamo insieme su progetti del genere, i compiti vengono divisi ormai automaticamente. Di solito funziona così, io do l’idea iniziale e la disegno, Lorenzo mi dice cosa non va e migliora il mio lavoro, io digitalizzo il tutto e nel mentre Lorenzo è al mio fianco dandomi consigli utilissimi (terrei a sottolinearlo) su come migliorare l’aspetto del lavoro.

COACH CIBE: Quanto è durato il lavoro dalla progettazione fino al prodotto finito?
MC: In tutto diciamo che è durato sui 2 mesi circa.

COACH CIBE: Sviluppate i progetti sempre insieme oppure no?
MC: All’inizio sì, il progetto prendeva vita con due menti. Attualmente abbiamo raggiunto un grado di “collaborazione” tale che un progetto può anche iniziare da una persona sola e finire con consigli da parte dell’altro e raggiungere un risultato soddisfacente ad entrambi, ma il lavoro è come se fosse stato svolto da tutti e due.

Sorry,  this entry is only available in Italiano.

Lascia un commento