Coach Cibe

Coppa Italia: regolamento integraleItalian Cup: rulebook

Nella speranza di svolgere un servizio di pubblica utilità, pubblichiamo di seguito il regolamento integrale per la coppa italia 2012 che si terrà a Perugia il 26 e 27 maggio.

REGOLAMENTO IV COPPA ITALIA

– GIOCO

1) Si gioca con le regole FIL.

2) Il campo, i cronometri e il kit di primo soccorso sono a carico della squadra ospitante la Coppa.

3) La competizione sarà sviluppata con un girone all’italiana (round-robin) unico. Le partite saranno da 2 tempi di 20 minuti ciascuno e 5 minuti di intervallo, con un time out per tempo di 1 minuto.

4) Il calendario è :

SABATO 26 maggio DOMENICA 27 maggio
Ora Squadra Ora Squadra
12.00

13.00

14.00

15.00

16.00

Phoenix Perugia – Roma Leones

Taurus Torino – Pellicani Bocconi

Roma Leones – Red Sharks

Phoenix Perugia – Bocconi Milano

Taurus Torino – Red Sharks

9.30

10.30

11.30

12.30

14.00

15.00

Roma Leones – Pellicani Bocconi

Phoenix Perugia – Red Sharrks

Taurus Torino – Roma Leones

Milano Baggataway – Roma Leones (FEMMINILE)

Pellicani Bocconi – Red Sharks

Phoenix Perugia – Taurus Torino

5) Se una squadra si presenta in meno di 10, il gioco prosegue secondo regolamento FIL soltanto che la squadra con numero di giocatori inferiore a 10 non deve rispettare la regola di fuori gioco (*).

6) Se la squadra si presenta con meno di 7 giocatori o non si presenta, dopo aver accettato l’invito e i suoi regolamenti, riceverà €100 di multa da versare alla Federazione,  €100 di multa da versare alla squadra organizzatrice, verrà dichiarata ultima nella competizione.  Inoltre provvederà al pagamento di tutte le prenotazioni effettuate a suo carico.

– GIOCATORI

7) Prima dell’inizio del Coppa Italia ogni squadra deve consegnare alla FIGL l’elenco dei giocatori tesserati.
Solo questi potranno partecipare agli incontri. Sarà cura del Rappresentante Federale fare i controlli del caso.

8 ) Per poter partecipare alla Coppa Italia ogni nuovo giocatore deve essere tesserato per la propria società. L’Associazione deve dare comunicazione scritta alla FIGL del nuovo tesseramento. Da questo momento devono passare 15 giorni prima che il giocatore possa essere schierato nella competizione.

9) Per partecipare alla Coppa Italia un giocatore extracomunitario (vedi specifiche al punto 10) deve aver partecipato ad almeno 2 gare durante la Regular Season, per gli altri giocatori stranieri non occorrono le 2 presenze (i giocatori tesserati dall’inizio campionato ma assenti per infortunio vanno segnalati alla Federazione).

10) Per i giocatori extracomunitari di passaporto (senza alcuna discriminazione razziale, si intendono i giocatori non appartenenti all’Unione Europea) possono essere schierati in campo solo 3 in un qualsiasi momento del gioco. In panchina possono essere in numero illimitato. Si precisa che ogni squadra deve segnalare i giocatori extracomunitari al CBO prima dell’inizio di ogni gara ed  è responsabilità del CBO controllare che non ce ne siano più di 3 in campo simultaneamente.

11) Quanto al punto 8 e 9 non è valido per i giocatori di nazionalità italiana. Al fine di aumentare le possibilità di gioco e di incremento di organico alle squadre nazionali.

– ARBITRI

12) La squadra incaricata di arbitrare sarà quella che non giocherà la partita successiva e deve garantire 3 persone per l’arbitraggio (il più qualificato possibile, 2 arbitri in campo ed il CBO, arbitro a bordo campo).
Gli organizzatori provvederanno al cronometrista e al refertista.

13) Alla fine di ogni gara il capo arbitro consegnerà il referto esclusivamente  ad un delegato della Federazione (Responsabile Federale che verrà comunicato prima dell’inizio della Coppa) indicando eventuale  problematiche della gara appena conclusa e i provvedimenti disciplinari presi. Eventuali contestazioni saranno prese in carico dalla Commissione Sportiva (vedi punto 14). Il referto di gara dovrà essere firmato, per presa visione,  dai capitani delle squadre e dal capo arbitro.

14) Verrà istituita una Commissione Sportiva composta dal Responsabile Federale, un Arbitro Federale e il Presidente di ogni associazione o suo delegato (preventivamente comunicati dagli organi di competenza e dalle Società).

15)  La Commissione Sportiva , in caso di episodi di grave condotta anti sportiva  segnalati sui referti dalla terna arbitrale, valuterà ogni singolo caso e se lo ritenesse necessario potrebbe prendere ulteriori provvedimenti, siano essi di natura economica (multa) e/o di natura disciplinare (sanzione sportiva) che, a loro volta, verranno comunicati ai responsabili della squadra coinvolta e ai diretti interessati.

16) Se una squadra non si presenta ad arbitrare dovrà presentare,  almeno 24 ore prima dell’incontro una valida motivazione al Responsabile Federale che provvederà alla designazione sostitutiva, altrimenti  riceverà una multa pari a €100 da versare alla Federazione.

17) Ogni squadra dovrà segnalare agli arbitri almeno  N°1 capitano (massimo 3), N°1 giocatore in home e N° 1 difensore nominato. Quest’ultimo deve essere un difensore e sarà colui che servirà le penalità al posto del portiere, se la squadra non avesse in panchina un altro portiere per la sostituzione immediata. Quindi se la squadra ha 2 portieri il problema non si pone l’arbitro deve attendere la sostituzione del portiere (**).

18) In caso di presenza sul territorio di arbitri riconosciuti dalla FIGL o dalla FIL, la Federazione può decidere di affidare a loro l’arbitraggio a spese della stessa Federazione.

19) L’arbitraggio dei gironi

– PARTITA

19) Ogni vittoria vale 2 punti in classifica, ogni pareggio 1 punto e chi perde 0 punti

20) In caso di pareggio si va ai tempi supplementari, 2 tempi da 5 minuti poi in caso di parità ancora si va al golden goal.

21) Per il pareggio entrambe le squadre prendono 1 punto in classifica, chi vince i supplementari prende 1 punto in più.

– DISCIPLINA

22) Onde evitare spiacevoli episodi, ogni partecipante (atleta, dirigente ecc) sarà responsabile delle proprie azioni in campo e fuori. Qualora necessario gli organi competenti (Arbitri, Responsabile Federale, Responsabile Organizzazione, Forze di Polizia) potranno intervenire per il mantenimento di una corretta disciplina sportiva e rimandare alla Commissione Sportiva eventuali sanzioni. Pertanto si invita ad evitare incresciosi esempi di anti sportività.

– NOTE

(*) Esempio Squadra A si presenta in 8 e Squadra B in 10. Squadra B gioca con 10 uomini e deve tenere 4 giocatori in difesa e 3 in attacco sempre mentre la squadra A deve tenere 2 nella metà della difesa e 1 in attacco. Questa modifica consente lo svolgimento della gara ma anche un sano 6 contro 6.

(**) Esempio, il portiere della squadra rossa commette un fallo personale, allora il fallo viene assegnato al portiere ma il difensore nominato uscirà per il tempo della penalità (da 30” a 3 minuti dipende dal fallo)

Questa è una nuova regola sul regolamento FIL 2011 e il motivo è di pura sicurezza!

Siccome chi ha la stecca da portiere in mano è considerato il portiere a tutti gli effetti, quindi ha tutti i diritti e doveri di un portiere, allora dovrebbe, obbligatoriamente, portare para gola sul casco, parapetto e conchiglia, in caso di penalità non c’è tempo di cambiare attrezzatura quindi un difensore servirà la penalità al posto del portiere.

The rulebook and the scheduling for the next Italian Cup to be held in Perugia on may 26th and 27th has been published.

The rulebook is in Italian.

Lascia un commento