Coach Cibe

Pre-campionato: triangolari di domenica 18 novembre

TRIANGOLARE DI LUGANO
TASIS LUGANO – RED HAWKS MERATE – PELLICANI BOCCONI
Pollice su per i Bocconiani: pur con diversi rookies presentano una squadra equilibrata, ordinata e disciplinata che porta a casa entrambe le partite senza troppa fatica. A mio personale parere la squadra è ancora Offerman e Galperti dipendente. I due giocatori sono in grado di fare (e hanno fatto) la differenza in campo. Fatto sta che la Bocconi gira bene e sarà ancora la squadra da battere nella stagione 2012/2013.
Pollice su per i giovani TASIS: la squadra è molto veloce, solida e con un quattro o cinque elementi di indubbio valore. Se la gioca con i Red Hawks ma non riesce ad opporsi alla Bocconi. Sicuramente a loro favore ha giocato anche il “campo di casa” di cui parleremo dopo.
Pollice giù per i Red Hawks. L’allenatore (cioè io) era convinto che la preparazione dei ragazzi fosse molto più avanti e di avere risolto i problemi di tenuta psicologica che affliggevano la formazione l’anno scorso. Non è così… c’è ancora molto da lavorare sia a livello di gioco che a livello psicofisico.
Pollice giù all’organizzazione. Mi dispiace risultare antipatico o supponente ma è la situazione peggiore che mi sia capita dal 2009.
Partiamo dal campo… il campetto… l’aiuola. Sia chiaro che il campo era lo stesso per Bocconi e per Merate e quindi non è una giustificazione, ma solo la descrizione di una situazione grottesca e, per certi versi, comica… non si possono organizzare delle partite 10 contro 10 su un campo:
– di dimensioni circa la metà di un campo regolamentare (misurato a piedi è risultato essere circa 60 metri per 25 contro un campo regolare di 100/110×55/60);
– con la linea di difesa a circa 6 metri dal centrocampo (sorvoliamo su dove fosse la linea delle wings);
– con erba alta circa 15cm;
– con linee laterali del tipo slalom di Kitzbuhel;
– con una cunetta/trampolino con un bel 20 cm di dislivello su una delle tre quarti;
– con la presenza di un numero di talpe superiore al numero dei giocatori (se avessi voluto giocare a “schiaccia la talpa” sarei stato a casa a usare il pc di mio figlio).
Parliamo poi degli spogliatoi: spogliatoi? Scusate l’errore: non c’erano gli spogliatoi. I Meratesi avevano un pulmino e due auto e i Bocconiani quattro auto a fare da spogliatoio.
Infine i bagni: la scelta era tra siepe a bordo strada e siepe  a bordo campo. Qualsiasi utilizzo che andasse oltre la “pipì” era escluso.
Certo… per chi se lo chiedesse il TASIS è arrivato al campo dalla scuola fresco-fresco, un quarto d’ora prima della partita, già cambiato direttamente dal convitto scolastico.
E qui mi fermo, lasciando a chi legge i commenti. Non so se qualche giocatore presente ha da aggiungere qualcosa!

TRIANGOLARE DI PERUGIA
PERUGIA-ROMA-SAN MARINO
Le due formazioni “anziane” battono i rookies San Marinesi che però, a quanto ci riportano, dimostrano grandi miglioramenti sia come skills individuali che come posizioni in campo.
Nella partita tra Phoenix e Leones la spunta una ottima Roma che sta tornando ai livelli di un paio di anni fa.
E’ infatti ottima l’impostazione in campo della Roma con una difesa solida e ben organizzata e un paio di nuovi elementi in avanti che giocano da poco ma esprimo già un ottimo livello di gioco con possibilità di ulteriore miglioramento.
C’è da ricordare che il Perugia ha schierato un notevole numero di esordienti (ben 6) che reggono bene il campo e superano brillantemente la prova d’esordio anche grazie ai “non più giovani” (in primis Whitford ma anche Palombi e Magugliani) che si prendono la responsabilità di guidare il nuovo Perugia.
Purtroppo tra le fila del Perugia si è verificato un infortunio: in una caduta l’attaccante Lorenzo Spagnulo si è rotto la clavicola. A Lorenzo l’in bocca al lupo di tutti per un rapido rientro sui campi.

Prossimi appuntamenti di gioco:
24 novembre – lacrosse maschile:  Bocconi Milano vs San Marino Titans a Milano
25 novembre – lacrosse femminile: Baggataway Milano vs Roma Leones a Milano
2 dicembre – lacrosse maschile: All Star Game: Nord vs Centro/Sud, sempre a Milano

3 Comments

  1. GioFox

    19/11/2012 at 4:02 pm

    Per le partite a Lugano ti sei dimenticato del CAMION di bevande che volevano venderci e delle docce gelide raggiunte finalmente dopo 15 minuti di macchina 😛
    Poi non sono ancora riuscito a capire se i due tempi delle partite fossero da 15 min invece che 20…mi sono sembrate comunque troppo corte! :S
    Inoltre non so voi, ma noi il TASIS ce la aspettavamo come una squadra meno fisica, tant’è vero che Scott a inizio partita ci aveva detto di andarci piano…per poi invertire rotta (per la nostra gioia :D) durante l’half time ahaha
    Come lati positivi, a mio parere, c’è stato comunque un buon livello di gioco complessivo (nonostante il campo) e un arbitraggio molto buono, a parte alcuni piccoli svarioni…
    Strambo ma simpatico l’episodio dell’arbitro che manda fuori un giocatore per 3 minuti, senza poi possibilità di rientrare, dandogli dell’idiota per aver imprecato in inglese davanti a lui, suo prof xD

    Ultima cosa, noi Bocconi sabato 24 giochiamo contro San Marino, qua a Milano, al Forza e Coraggio come al solito;
    daremo molto spazio ai 12 rookies di quest’anno, che però (a parte i 4 di ieri) hanno avuto modo di giocare una partita “seria” solo contro di voi a metà settembre, dopo 3 o 4 allenamenti 😛 ;
    per questo si preannuncia una partita molto tirata (o almeno spero) , visto il buon numero di partite disputate e i progressi dei Titani (a proposito, gran bel nome e simbolo, altro che PELLICANI..vorrei sapere chi è il bocconiano che l’ha scelto…probabilmente qualcuno darà la colpa a Monti xP )

  2. skakka

    19/11/2012 at 5:15 pm

    I tempi erano da 15 minuti…

    • Coach Cibe

      22/11/2012 at 11:20 am

      …scarsi…

Lascia un commento