Coach Cibe

Ultima giornata di regular season – prepartita

L’attenzione di questa settimana è completamente spostata sul girone sud.
 
GIRONE NORD
RED HAWKS MERATE – TORINO LACROSSE TAURUS
Al nord, sul campo in erba e tafani di Carnate, va in scena una inutle partita tra i già qualificati, secondi del girone, Red Hawks e Taurus.
Red Hawks piange (o se preferite piange il coach). Piange perchè, come abbiamo detto in altre occasioni,  sta subendo la più grossa crisi di presenze dal 2009. Questa domenica, i ragazzi brianzoli rischiano di non essere nenache in 10, ridotti al minimo storico come sono da migranti di studio e lavoro, rottami  (3 infortunati da inizio anno non hanno ancora giocato) e trasfertisti dell’intercrosse che sono in Germania a giocarsi la European Cup.
Ma se Red Hawks, come dicevo, piange anche Torino… non sorride. Decisamente più numerosi (come sono cambiati i tempi) soffriranno comunque l’assenza di Cabras (fuori per la rottura della spalla in un frontale con Fossati, fino alle finaline) e di Reymann che si è “rigirato” una caviglia in un maldestro tentativo di rinvio.
 

image

GIRONE SUD
TRIANGOLARE BOLOGNA SHARKS – PHOENIX PERUGIA – TITANS SAN MARINO
Al sud la faccenda invece si fa decisamente più interessante; ci si gioca infatti la seconda posizione del girone, dietro Roma che – come Bocconi al nord – ha chiuso imbattuta la regular season.
Nel triangolare Bologna Sharks – San Marino Titans – Phoenix Perugia si parte con Phoenix Perugia e Sharks a 2 punti e Titans a 1.
Tutto da decidere quindi visto che ogni vittoria nel triangolare (mezze partite) vale un  punto (in caso di pareggio…. si pareggia).
Si va così dalle possibilità più semplici (nel caso in cui una delle 3 formazioni vinca entrambe le partite) a quelle più complesse (che prevedono anche il pari punti tra 2 squadre nel caso in cui ogni formazione vincesse 1 partita).
Certo… alcuni risultati anche se possibili appaiono improbabili ma, anche a lacrosse, la palla è rotonda e per di più ha anche l’aggravante di essere piccola.
Ci dice Davide Giovagnoli (San Marino Titans): “Affrontiamo questo ultimo triangolare come abbiamo sempre fatto, cercando di dare il massimo e contenti di quanto fatto fino ad oggi. Avremo qualche assenza e un nuovo giocatore alla sua prima partita. Cercheremo di seguire i consigli appresi a Nettuno per migliorare il nostro gioco in vista del triangolare di maggio”.
A proposito del triangolare di maggio: “mai mettere limiti alla provvidenza divina” aggiungo io.
E’concentratissimo Emanuele Govoni (Sharks Bologna). La sua tensione traspare anche dalle poche parole che usa (a differenza del solito) in questa occasione: “Vista l’importanza dei match mi scuso per le poche parole, siamo tutti uniti e concentrati, pronti a dare utto in vista di domenica. Ci stiamo allenando tanto. Sono sicuro che tu possa capire”.
 
Staremo a vedere se le quattro formazioni più forti del campionato domineranno per il terzo anno di fila la scena. Saranno ancora le due Lombarde, Roma e Perugia (l’ordine finale si deciderà poi) o se ci sarà una ventata di nuovo nelle semifinali che prendereanno il via il 21 aprile?
NOTA: ho detto terzo anno di fila solo perchè il primo anno la Bocconi non esisteva.

Lascia un commento