Coach Cibe

Ultima giornata di regular season

GIRONE SUD
 
SHARKS BOLOGNA 6 – 0 SAN MARINO TITANS
SAN MARINO TITANS 0 – 11 PHOENIX PERUGIA
I risultati che ti aspetti…
 
SHARKS BOLOGNA 5-6 PHOENIX PERUGIA
…e quelli che non ti aspetti…
Già! Per un pelo… Per un pelo il Bologna non fa il colpaccio rimettendosi in gioco per le semifinali della regular season. Un Perugia, forse un poco sotto tono, e un Bologna, finalmente al completo e con ottime individualità tecniche in campo, si danno battaglia sull’arco dei 40 minuti.
Gli Sharks ci vanno vicini… molto vicini… ma alla fine ad avere ragione è l’esperienza del Perugia che porta a casa vittoria e qualificazione.
Abbiamo chiesto ad Emanuele Govoni, fondatore Sharks, il suo commento alla partita:
“Sono fiero dei miei giocatori, nel giro di due anni siamo passati dall’essere una squadra dismessa che prendeva 30 gol a match a lottare con le grandi per il secondo posto del girone. C’è molto rammarico perchè ci è stato annullato un gol regolare, e chissà come sarebbe finita… Ora ripartiamo con l’obiettivo di dominare le finaline 5-6-7 posto ed essere una sorpresa anche in coppa italia”.
 
GIRONE NORD
RED HAWKS MERATE 15 – 1 TAURUS TORINO

image

Bravo Rock!… Grazie “Cuch”!
Sicurmente la partita non era delle più importanti (girone chiuso domenica scorsa), sicuramente gli animi erano molto rilassati, ma quella di ieri è stata – a mio parere – una grande prova di orgoglio dei Red Hawks (o meglio dei Red Hawks presenti).
Scesi in campo in 9, con un coach disperato e tesissimo schierato in porta, i ragazzi brianzoli hanno assolto ognuno al compito affidato giocando una partita ordinata e di sostanza, con un gioco lento e sfiancante, macinando reti e coprendo gli spazi in difesa in costante inferiorità numerica.
Che dire del Torino? Onestamente non molto… ma sarò sincero a costo di risultare antipatico.
Sceso a Carnate con (mi pare) 16 uomini, non è riuscito a “leggere” la precaria situazione del Merate nel modo giusto; non è mai entrato in partita (5 tiri nello specchio in tutta la partita) e non è riuscito a giocare come avrebbe dovuto per sfruttare la costante superiorità numerica. Capisco le assenze pesanti di Cabras e Reymann ma…
Da coach e da amico di molti torinesi, mi permetto di suggerire ai Taurus una analisi serena ma severa di questa partita, dove tutto è stato fatto come non avrebbe dovuto.
 
Ora semifinali.
21 aprile PHOENIX – BOCCONI
28 aprile RED HAWKS – LEONES
5 maggio BOCCONI – PHOENIX
12 maggio LEONES – RED HAWKS
 
Nel frattempo speriamo di “scoprire” dove si disputeranno le finali che andranno in scena il 18 (finali 5-6-7 posto) e il 19 maggio (finalina e finale).
 

9 Comments

  1. Claudio Palombi

    15/04/2013 at 11:37 am

    Credo che tutti siano d’accordo con me nel definire una “rete annullata” quando la palla varca la linea di porta e l’arbitro interrompe l’azione dichiarando il goal non valido.
    Nessuno dei giocatori dei Phoenix Perugia Lacrosse ricorda un episodio del genere accaduto ieri durante la partita contro gli Sharks di Bologna.
    Dando per scontata la libertà di opinione, saremmo grati se non venissero sollevate polemiche futili e fuorvianti su fatti NON realmente accaduti, ricordando alla squadra di casa, invece, lo scempio mostrato da alcuni suoi giocatori durante la successiva partita contro San Marino, in cui si evidenziava una condotta estremamente antisportiva.
    Grazie.

    Claudio Palombi
    Capitano Phoenix Perugia Lacrosse

  2. Bob

    15/04/2013 at 1:26 pm

    Caro Claudio,
    la dichiarazione di Emanuele non mi sembra affatto polemica, cibe gli ha chiesto delle impressioni e lui ha semplicemente risposto.
    Io ero in fondo al campo e non ho visto bene se effettivamente era goal o meno, però posso dire che mi è stato riferito dagli attaccanti che la palla è entrata in rete ed è rimbalzata fuori. Sarebbe stato solo un goal in più, quindi chiudo qua l’argomento.
    Voglio però far notare che, per partite di un certo peso come la nostra sia necessario un team di arbitri reattivi, competenti e che sappiano gestire la situazione. Non può succedere che quando l’arbitro fischia non sappia il perchè lo ha fatto, senza nulla togliere ai ragazzi di San Marino che stanno facendo un gran lavoro.
    Concludo dicendo che, rischiare di perdere dalla squadra che all’andata ne ha prese 16 può dare fastidio però, dando per scontata la libertà di opinione, sarei grato se non venissero sollevate polemiche futili e fuorvianti sul comportamento di alcuni nostri giocatori dato che il regolamento prevede il fallo di condotta antisportiva ma non è stato mai fischiato.

    Bob Bandiera
    Capitano Sharks Bologna Lacrosse

  3. Emanuele Govoni

    15/04/2013 at 1:27 pm

    Forse tu stai sollevando polemiche… La palla era entrata, lo abbiamo fatto notare agli arbitri che hanno detto di no, ma la palla era entrata. Ho solo detto chissà come sarebbe finita, non ho criticato nessuno ne detto che abbiamo perso per questo episodio, quindi….

  4. Claudio Palombi

    15/04/2013 at 2:46 pm

    Con questa risposta spero di chiudere qui la mia partecipazione alla discussione. Ci tengo a precisare il fatto che sono intervenuto per dovere di cronaca, in quanto,come ripeto, non sono stati annullati goal. E per dovere di cronaca, sottolineo che sono stati allontanati dal campo due giocatori per condotta antisportiva.

    Claudio Palombi
    Capitano Phoenix Perugia Lacrosse

  5. Magu

    15/04/2013 at 5:36 pm

    Visto la sede del dibattito, visto la mia presenza sulla scena di gioco e visto che si potrebbero evidenziare molteplici episodi (terminati ieri al fischio finale del match, vorrei fare presente che:
    – la formazione degli Sharks, contravvenendo alle regole FIGL, ha schierato più di 3 extracomunitari contemporaneamente in campo;
    – la “presunta rete”, palo pieno colpito dal giocatore nr 11 degli Sharks, il quale ha poi conteso la palla con il sottoscritto e non ha mosso un fiato, come altri;
    – la partita Phoenix-Sharks, tesa e nervosa, data da un arbitraggio sincero, ma troppo inesperto, ha mostrato poco fair play, al limite del consentito. Nella partita contro i Titans, alcuni giocatori bolognesi sono andati ben oltre ogni sportivo interesse e entusiasmo;
    – unico momento veramente bello di domenica è stato il “terzo tempo”, occasione nella quale, svestite le maglie, tutti sono stati sereni e amichevoli. (Di questo vi ringrazio e faccio merito)

    Chiudo con un invito, citando Coach Cibe:” mi permetto di suggerire ai coach delle squadre, una analisi serena ma severa di queste partite, dove molto è stato fatto come non avrebbe dovuto. Aggiungo, ammonendo seriamente coloro i quali hanno esagerato nei modi, nei toni e nelle manifestazioni”.
    (Io in primis ho già preso la mia quota)

    Ps: Col senno del poi tutto è possibile!!!

  6. JD

    16/04/2013 at 12:16 am

    Esiste una commissione etica e disciplinare: forse questo potrebbe essere un caso da prendere in considerazione…

    • Bob

      16/04/2013 at 9:28 pm

      Magu, non ci stiamo riferendo al palo netto del numero 11, ma di un altro tiro, quello di friskney-adams, che ha preso la treversa ed è rimbalzato a terra..per quanto riguarda quello scritto da me chiedo scusa ma pensavo fossero stati allontanati dal campo per altro…

  7. Emanuele Govoni

    16/04/2013 at 7:40 pm

    Mi ero perso il commento di magu. Ribadisco, bologna ha sempre avuto 3 extracomunitari in campo piu adams che è inglese. Non accetto frasi diffamanti su un blog privato verso la squadra che rappresento cone capitano

  8. Emanuele Govoni

    16/04/2013 at 7:41 pm

    Blog pubblico, mi scuso per l’errore

Lascia un commento