Coach Cibe

WELCOME PRATO GRIZZLIES

 
Il titolo è forse un po’ ottimistico ma ci vogliamo credere. L’avventura del lacrosse a Prato è iniziata.
Ne avevamo parlato a giugno con Davide Miniscalco che ci aveva dipinto la cosa come “ipotesi” ed ora ci troviamo con un progetto ormai in fase di start-tp.
 
Abbiamo raggiunto Davide per farci dare un po’ di informazioni in più rispetto a quanto visto sul flyer pubblicato.

image

Coach Cibe: Buongiorno Davide. Parliamo (o meglio riparliamo) del lacrosse a Prato. Come è nato il tutto e come si sta sviluppando la cosa?
 
Davide: Ciao Cibe, la situazione qua è molto movimentata!
Quella che era un’idea tutta d’un tratto inizia ad avere delle date per riunione, coordinatori, ragazzi interessati, ma soprattutto inizia ad avere un nome e dei colori.
La nascita del progetto è un po’ particolare. Il tutto parte da un’idea del “Freeminds”, il quale scopo è valorizzare il territorio di Prato attraverso i giovani e, così facendo, valorizzare anche loro; per questo nel lacrosse è stata trovata un’ottima occasione.
La cosa purtroppo non riusciva ben a decollare data la mancanza di un giocatore italiano nell’area toscana. E qua entro in gioco io… Mi trovavo ad affrontare una giornata post-esame senza sapere che fare e allora mi sono messo a cercare su google parole come “Toscana lacrosse” o “lacrosse Firenze” (per chi non lo sapesse studio all’Accademia Navale di Livorno), già sapendo che non avrei mai trovato nulla… invece, apro una pagina dove c’era un’annuncio da Prato di una persona interessata a far partire una squadra di lacrosse. La data risaliva a circa un’anno prima; “bah proviamo!” mi son detto. Per mia grande gioia ci fu una risposta da Alessia Cambi, Presidente dell’associazione Freeminds di Prato.  Mi chiese di aiutarli n questa iniziativa e senza esitare confermai la mia piena disponibilità.
Ma come ha fatto il lacrosse ad arrivare a prato? Parlando con Alessia ho scoperto che ha un cugino negli states, John Mccreery,  il quale è  Coach di Division 2 (Adams State University) e da tempo le parlava di questo sport. Da allora è partito un sistema di meccanismi che ha portato all’incontro che finalmente presenterà la squadra il 25 settembre.

La squadra adotterà i colori verde e bianco e si chiamerà “grizzlies”. Per ora il numero di interessati confermato è 4, ma già all’evento parteciperanno tanti altri ragazzi che son venuti a conoscenza di questa opportunità grazie alla continua pubblicità che la Freeminds di prato porta avanti da mesi tramite annunci su giornali, internet e facebook. Un altro punto di appoggio fondamentale per un futuro reclutamento di giocatori sono le università e licei americani pratesi e fiorentini, con i quali già si stanno stabilendo contatti. Il primo allenamento sembra una realtà molto vicina temporalmente e senza dubbio avrà una conferma della sua data in seguto alla presentazione del 25.  Io personalmente mi ritroverò a ricoprire il ruolo di capitano e mi è stato chiesto di allenare pure la futura squadra. Naturalmente ciò mi porterà a ricoprire in futuro la posizione che serve, trasformandomi in base all’occasione da difensore in attaccante, centrocampista o portiere.”.

E allora…. aspettiamo i Grizzlies per andare tutti in gita a Prato! 😀

 

Lascia un commento