Coach Cibe

Road (in senso letterale) to Nettuno

Ci siamo!
Domani si parte per la Coppa Italia di lacrosse.
 
Chi prima (Torino per esempio parte la mattina), chi dopo (Red Hawks e Bocconi devono partire la sera) le squadre si mettono in viaggio per raggiungere Nettuno, patria del baseball made in Italy… … in USA il lacrosse e il baseball si contendono il pubblico nello stesso periodo dell’anno e i tifosi si mal sopportano, in Italia invece sarà “gemellaggio” a Nettuno 😀 .
 
Le squadre percorreranno letteralmente la loro “road to Nettuno” alla ricerca di conferme o per cominciare a far fare rodaggio a squadre che a settembre sono più o meno in fase di ricostruzione e riassemblaggio.

image

Durante la Coppa Italia, l’head coach della nazionale italiana, Pete Delisser e il suo nuovo assistant Jason Lamb, avranno l’opportunità di vedere in campo giocatori vecchi e nuovi per capire chi potrà essere preso in considerazione per una eventuale pre-selezione di giocatori italiani. Chiamarli try-outs è sicuramente eccessivo, ma sicuramente ci sarà per tutti l’opportunità di mettersi in mostra giocando nell’ambiente in teoria più congeniale e cioè la propria squadra. E chissà che non ci sia, oltre alle auspicate riconferme, qualche nuova sorpresa.
 
Le informazioni logistiche sono state confermate e quindi ci si vede a Nettuno.
Da quest’anno coachcibe.it vi darà i risultati in tempo reale direttamente su Facebook ( pagine “Coach Cibe” e “Giacomo CoachCibe Bonizzoni”) e su Twitter (@CoachCibe) mentre riserveremo al sito i post più articolati e i commenti.
 
Ma prima di chiudere, visto che l’anno scorso lo facemmo per Sesta Godano, ecco l’utilissima scheda Wiki di Nettuno:
Nettuno è una cittadina ” in provincia di Roma, della quale è la località più meridionale e distante dal capoluogo, rispetto infatti ai circa 60 km che la separano da Roma, Nettuno si trova a circa 25 km da Latina.
Sorge sul mar Tirreno ed è di origine latina; fu anche luogo termale e di villeggiatura ai tempi dei Romani; in seguito, dal Rinascimento fino all’Unità d’Italia, fu feudo di diverse casate del Lazio e durante il fascismo fu unito in un’unica amministrazione comunale con la limitrofa Anzio.
Tornata comune autonomo dopo la guerra, è oggi una città di quasi cinquantamila abitanti dotata di un proprio porto turistico e, oltre alla sua caratteristica di centro per vacanze estive, è divenuta un’alternativa abitativa rispetto a Roma in ragione del minor costo dei fabbricati.
Lo sport principale di Nettuno è il baseball. Non a caso Nettuno è considerata la “Città del baseball”, definizione riportata anche dai cartelli all’ingresso della città. La squadra di baseball di Nettuno è di massimo prestigio, essendo stata diciassette volte campione d’Italia, sei volte campione d’Europa. Nel 1958 addirittura al Nettuno venne impedito di partecipare al campionato per manifesta superiorità, vincendo senza mai perdere una partita un successivo torneo con le migliori squadre d’Italia. Inoltre nell’albo d’oro della società nettunese figurano anche due Supercoppe Europee, tre Coppe Ceb e 4 Coppe Italia”.

Lascia un commento