Coach Cibe

Terza giornata di campionato – nessuna sopresa

In archivio con i risultati che tutti si aspettavano la terza giornata di campionato.

RED HAWKS MERATE LACROSSE 20-1 SAN MARINO TITANS
Ancora una partita giocata sotto il “pastrocchio” della regola 17 del campioanto. Il San Marino si presenta a Merate (e ciò è buono) ma solo con 8 giocatori (e ciò è meno buono). Partita che viene quindi giocata in 8 contro 8 (San Marino ultima classificata del precedente campionato “comanda” sul numero di giocatori in campo).
IMG_20131020_162413_1

Il Merate impiega qualche minuto a mettersi in campo in modo efficace per giocare in 8 contro 8 ma, dopo circa 5 minuti, capito come fare girare gli uomini, non lascia scampo al San Marino, una progressione continua che porta il risultato finale sul 20 a 1 (un tiro e un gol dalla distanza da parte degli ospiti).

ROMA LEONES 6-3 PHOENIX PERUGIA
Vincono i padroni di casa ma reggono gli ospiti. Meno numerosi in casa di quanto ci si potesse aspettare i romani (14 uomini a disposizione) e 11 tipi tosti dal lato Perugia.
Il match è una guerra tra le difese, tanto che a metà partita il risultato è “solo” di 2-2.
Da segnalare un evento pressochè storico e – forse – irripetibile: ne Whitford (Perugia) ne Giorgini (Roma), due tra i più grandi marcatori di tutti i tempi nel lacrosse italiano, sono andati a segno questa domenica.In archivio con i risultati che tutti si aspettavano la terza giornata di campionato.
 
RED HAWKS MERATE LACROSSE 20-1 SAN MARINO TITANS
Ancora una partita giocata sotto il “pastrocchio” della regola 17 del campioanto. Il San Marino si presenta a Merate (e ciò è buono) ma solo con 8 giocatori (e ciò è meno buono). Partita che viene quindi giocata in 8 contro 8 (San Marino ultima classificata del precedente campionato “comanda” sul numero di giocatori in campo).
image

Il Merate impiega qualche minuto a mettersi in campo in modo efficace per giocare in 8 contro 8 ma, dopo circa 5 minuti, capito come fare girare gli uomini, non lascia scampo al San Marino, una progressione continua che porta il risultato finale sul 20 a 1 (un tiro e un gol dalla distanza da parte degli ospiti).
 
ROMA LEONES 6-3 PHOENIX PERUGIA
Vincono i padroni di casa ma reggono gli ospiti. Meno numerosi in casa di quanto ci si potesse aspettare i romani (14 uomini a disposizione) e 11 tipi tosti dal lato Perugia.
Il match è una guerra tra le difese, tanto che a metà partita il risultato è “solo” di 2-2.
Da segnalare un evento pressochè storico e – forse – irripetibile: ne Whitford (Perugia) ne Giorgini (Roma), due tra i più grandi marcatori di tutti i tempi nel lacrosse italiano, sono andati a segno questa domenica.

Lascia un commento