Coach Cibe

…e Bocconi allunga.

Bocconi prende la testa del campionato.
Sulla carta sono a pari punti con Roma e Merate.
La differenza è che hanno giocato una partita in meno e che non hanno ancora perso (Roma e Merate hanno perso proprio con Bocconi).
Risultato finale: 18 a 6 per Bocconi. Un po’ troppo punitivo per Perugia, ma il divario c’è e si vede.
Ma cosa si è visto in campo?
Si è vista la solita Bocconi: ordinata, con i suoi 5 uomini migliori (i due oltreoceano, Galperti, Balzarini e Rondi) a fare una grande differenza.
Si è visto il solito Perugia: buona squadra ma troppo nervosa e spesso più impegnata a lamentarsi e reagire che a giocare (parlo con serenità in quanto ho visto la partita da spettatore e non da arbitro).
Si è visto un Whitford un po’ sotto tono rispetto al solito (prima volta dal 2009 che vedo Steven sbagliare 2 gol a porta vuota).
Si è visto un Balzarini che ogni partita è meglio di quella prima.
Si è visto (e questo è un consiglio per tutte le squadre) una Bocconi con un centrocampo devastante ma una difesa non al massimo. Il problema contro Bocconi è fare salire la palla, poi se la palla arriva davanti a Difino (partita senza infamia e senza lode la sua) la percentuale di realizzazione è abbastanza alta (inutile che mi contraddite: io la vedo così).
In ogni caso, nonostante questo piccolo punto debole di Bocconi, il mio pronostico su questo campionato rimane invariato
 

image

Questo succedeva sabato.
Domenica il Perugia è salito a Torino che, con – tra le altre cose – l’importante assenza di Battaglia, riesce a tenere testa ai Phoenix solo per un parziale (0-0) per poi subire i rossi che dilagano per il finale di 15 a 2.
Se è vero che il Torino sta crescendo, deve ancora fare un po’ di strada per arrivare al livello delle squadre che attualmente sono il suo obiettivo di miglioramento (tra le quali – appunto – Perugia).
 
Sabato a Milano si è giocata anche la partita amichevole femminile tra le milanesi Baggataway e la squadra femminile Phoenix.
Ma quest è un’altra storia e ne parliamo con più calma in un altro momento.

Lascia un commento