Coach Cibe

Le Baggataway a Zurigo viste dalle Baggataway

Grazie all’ottima cooperazione tra Baggataway e coachcibe.it (e per questo ringrazio tutta la squadra di Milano), anche questa volta possiamo proporvi un articolo “dentro la notizia”.
Il commento al torneo delle Baggataway è oggi affidato a Benedetta Ravelli.

image

” Abbiamo partecipato al torneo di Zurigo con due squadre, per entrambe si è trattata di una giornata intensa.

Milano 1 si è scontrata con Berna e Wettingen 1: abbiamo sottovalutato il primo incontro e benchè la difesa abbia retto e ci trovassimo in vantaggio fino a pochi secondi dalla fine, il pareggio è stato inevitabile. Sapevamo invece che la squadra di Wettingen  ci avrebbe tenuto testa, infatti  le nostre azioni individuali non hanno potuto nulla contro la squadra svizzera. Nella finale 5°-6° posto abbiamo aggiustato il tiro, l’attacco ha giocato compatto e aggressivo e la difesa ha saputo arginare i numerosi tentativi di Wettingen 2 di portare un punto alla propria squadra. Risultato? 9-2 per le Baggataway.

Milano 2 ha incontrato Wettingen 2 dalla quale si è difesa fino all’ultimo ma, anche in  questo caso, a pochi secondi dalla fine, le svizzere hanno colmato lo svantaggio e la partita è finita in parità. Il secondo match si è disputato contro Zurigo, una squadra i cui punti di forza sono molteplici e le giocatrici esperte: ci siamo difese abbastanza bene, ma l’attacco ha perso qualche occasione di troppo e anche questo incontro è finito in parità. Nella finale 3-4 posto ci siamo ritrovante ad affrontare Zurigo per la seconda volta, complice la stanchezza e l’affaticamento nonostante un buon numero di goal, le svizzere si sono aggiudicate il podio.

Tengo a sottolineare il lavoro svolto dal portiere, Nelya, al suo esordio in un torneo di box-lacrosse ha dimostrato una tenacia senza eguali, non si è senza fatta intimorire dalle avversarie e ha convinto tutte di essere tagliata per il suo ruolo parando l’impossibile. Prezioso il contributo di Kirsten, la nostra americana  di Firenze, la cui presenza non manca mai quando si tratta di tirare fuori la grinta.

Uno dei primi tornei anche per alcune giocatrici che hanno dimostrato di riuscire a reggere la tensione, si sono mosse con destrezza e hanno sperimentato il brivido del campo. Una palestra per le “vecchie” Baggataway che nonostante l’esperienza fanno tesoro di ciò che ogni partita riesce loro ad insegnare.  Come al solito una grande opportunità di crescita e consolidamento, che vorremmo non farci mai sfuggire.

Sono molto contenta del lavoro svolta dalle mie compagne, il lavoro sull’attacco intrapreso in questi mesi ha dato i suoi primi frutti il che ci sprona a continuare in questa direzione e a non mollare. Un grande esempio  di questa giornata è stato il capitano. Reduce da un infortunio che l’ha costretta al riposo  ha ripreso a pieno ritmo in questo torneo: benchè non siano mancati i dolori e l’affaticamento Gaia ha guidato le squadre dentro e fuori dal campo. Consigliando, ammonendo e complimentandosi è riuscita a far mantenere i nervi saldi nei momenti di nervosismo e con il suo contributo ha tenuto acceso  lo spirito della squadra. Manteniamo la concentrazione di questo sabato e ci prepariamo al prossimo match contro Perugia che sono sicura saprà regalarci altrettante emozioni”.

Lascia un commento