Coach Cibe

This is the end, beautiful friend

E, come diceva Jim Morrison, siamo alla fine.
Domenica va in scena Roma Leones vs Bocconi Sport Team.
Teoricamente una partita di campionato (l’ultima); praticamente la finale scudetto.
Bocconi si presenta imbattuta. Roma già sconfitta per 13 a 9 all’andata, supremazia assoluta dimostrata in tutto il campionato.
Roma ha perso una sola partita, proprio con Bocconi. A mio parere ha “sofferto” un pelino di più per portare a casa alcune vittorie che invece Bocconi ha intascato sul velluto ma è lì, attaccata alle caviglie dei Pellicani come un bulldog incazzato, pronta, con l’aiuto dell’11esimo uomo in campo (il pubblico), a togliere a Bocconi il terzo scudetto consecutivo.
Già. Perchè per Bocconi questo sarebbe il terzo scudetto in tre anni e non aggiungo altro.
Diversa la fame dei Leones. Il titolo manca infatti a Roma dal 2009/2010 (primo anno e campionato a 3 squadre) e – in ogni caso – per Roma sarà un miglioramento rispetto agli ultimi anni visto che dopo lo scudetto i romani non sono mai riusciti ad arrivare oltre il terzo posto.

image

Nel frattempo la FIGL ha reso pubblica la modifica della regola 30 per questo campionato, partorita ad hoc per questa partita:
“Vista l’importanza della partita conclusiva prevista per domenica 18 maggio a Roma fra i Roma Leones e la Bocconi Sport Team, si comunica che, in riferimento alla regola numero 30 del regolamento del campionato in corso, più specificamente, “30.     Per la classifica generale valgono gli scontri diretti, in caso di parità di partite vinte/perse, si guarda la differenza reti negli scontri diretti e in caso di ulteriore parità vince chi ha la migliore differenza reti in campionato.”, visto il ritiro della squadra Bolognese e la mancanza di una partita fra la Bocconi Sport Team e i Bologna Sharks, non è possibile concludere il campionato contando la differenza reti.
Quindi in caso di assoluta parità si andrà ai tempi supplementari. Vi ricordo che la gara di andata è stata vinta dalla Bocconi Sport Team con il punteggio di 13-9, quindi un vantaggio di 4 goal.
Se tale situazione di parità dovesse verificarsi si giocherà rispettando i seguenti parametri:
2 tempi suplementari di 10 minuti ciascuno;
In caso di ulteriore parità dopo i 2 tempi supplementari si andrà al Sudden Death, la squadra che segna per prima vince il campionato!
Durante i 2 tempi supplementari ciascuna squadra avrà a disposizione1 time out per periodo non cumulabile.
Ci sarà una pausa di 2 minuti fra i due tempi e di 3 minuti dopo il secondo tempo supplementare.
Durante il sudden death non ci sono time out”.

Chiuso il campionato (alla conclusione del quale faremo seguire le nostre modeste analisi su ciascuna squadra) il movimento lacrossistico italiano (uomini e donne) si trasferirà in massa a Prato per la Coppa Italia. 
Ma questa è un’altra storia e la racconteremo un’altra volta.

Lascia un commento