Coach Cibe

Italia: buona la prima!

E’ ottimo l’esordio dell’Italia ai mondiali di Denver.
Un 14 a 9 costruito con costanza.
Gli Italiani – sempre avanti dall’1 a 1 in poi, costringono i Norvegesi a correre e a dannarsi per inseguire un pareggio che non arriva.

Per l’Italia i gol sono stati di:
Thomas Filbotte 4; Jordan Vettoretti 3; Steven Whitford 3; John St. John 3; Kevin DeBenedetto 1.
ASSISTS: Jordan Vettoretti 3; John St. John 1; Steven Whitford 1.

10468129_10152246397672965_3582053428132960939_o

Quando si vince si tende ad evidenziare (giustamente) il buon risultato e a dimenticarsi degli errori. Cerchiamo però (oggi che ho tempo, per le prossime partite chissà) di fare una breve analisi tecnica per reparto e di evidenziare i punti di forza e le aree di miglioramento della nostra nazionale.

Ho visto la partita e ho dato un’occhiata alle statistiche che in alcuni casi mi sembrano francamente inaffidabili. Basti guardare la posizione di Resse (da una parte a 0 completo e dall’altra con 1 quarto giocato, 1 gol subito e 3 salvataggi, numeri ancora diversi dalle statistiche generali per quarto), i 26 faceoff registrati a fronte di 23 gol e altro…

DIFESA
Un grandissimo Wilmot, un grande Battisti. Purtroppo va detto che alcuni gol della Norvegia sono nati proprio da qualche “svarione” difensivo . Cialella (essenziale per l’Italia) salva in più occasioni la situazione ma ogni tanto – pure lui – deve capitolare.
Coggi sembra dare il suo meglio e sentirsi più a suo agio quando schierato LSM, Ballardini invece, al contrario, sembra rendere di più dietro.

CENTROCAMPO
Politi e Galperti  non male sui face-off, mi hanno fatto una bella impressione.
Il centrocampo non sfigura. Secondo me nella media ieri Galperti e Rondi ma in generale buoni i Bocconiani.

ATTACCO
Segna… segna un sacco.
Innanzitutto un grande “vecchio” che fa 3 gol (dichiarando di dedicarmi il terzo e mi salvo la conversazione whatsapp 😀 ). Ottimo il contributo di Vettoretti e St. John. Sacchi viene utilizzato anche a centrocampo.

PUNTI DI FORZA
Una bella Italia, niente da dire. Sempre davanti alla Norvegia, decisa e sicura.
I nostri ragazzi scendono in campo contro la Norvegia senza minimamente soffrire psicologicamente la batosta subita a Riccione ed essere forti psicologicamente sarà importantissimo nei momenti di difficoltà che potranno venire più avanti contro avversari più forti (in primis l’Olanda).
Buon gioco collettivo e grandi individualità fanno di questa Italia una squadra in cui avere fiducia.
Per lo meno, io ce l’ho.

10497900_10152246863457965_7026051765097087093_o

AREE DI MIGLIORAMENTO
Non cominciamo a dire che coachcibe critica troppo, bla bla bla….coachcibe tiene all’Italia, sostiene l’Italia e riconosce il valore di ogni singolo convocato in nazionale ma ritiene anche di poter dire quello che pensa su questo blog;
QUINDI
detto 20  volte che è stata una grande Italia, il mio parere è che, forse, dare un po’ più spazio e fiducia ai ragazzi che disputano il campionato italiano non sarebbe stato male. Nelle manifestazioni brevi, i delusi in panchina poi non danno il massimo soprattutto vedendo situazioni come quella di un De Benedetto (grande giocatore sia chiaro) schierato in difesa, LSM, centrocampista e pure sui faceoff mentre molti ragazzi che giocano in Italia hanno visto il campo poco o niente.
D’altronde non solo la partita (siamo onesti, alcuni ragazzi oriundi non sono usciti dal campo quasi mai) ma anche le statistiche parlano chiaro: su 14 gol, 11 di derivazione italoamericana (e 3 dell’immenso Steven). Le statistiche degli italiani sono troppo spesso a zero (Palombi, Ballardini, Carabellese, Battaglia che entra e esce più veloce della luce) o con qualche sporadico 1, segno che non sono stati troppo “coinvolti” nel gioco. Alcuni addirittura spariti dalle statistiche (Colombo dov’è?). E’ vero i nostri italoamericani sono forti, molto forti, ma è importante anche dare fiducia a chi dei nostri è arrivato dall’Italia carico di aspettative di voglia di dimostrare il proprio valore.

NEXT MATCH
Oggi l’Italia scende in campo contro la Cina in una partita da vincere per confermare la bella impressione fatta ieri.
Ricordiamo a tutti che la partita è stata posticipata alle ore 17.30 di Denver (1.30 di notte qui in Italia).
Buon divertimento a tutti quelli che riusciranno a restare svegli. Noi ci proviamo.

Lascia un commento