Coach Cibe

La Divisione Nazionale e l’uragano Ingrid

DIVISIONE NAZIONALE 01/02/2015
Roma Leones  8 – 3 Painkillers Milano Baggataway
San Marino Titans 3 – 19 Torino Lacrosse Taurus

I commenti a questa giornata sono abbastanza rapidi.

In merito alla partita di Roma vi dirò soltanto che la Roma ha fatto il proprio dovere portandosi a casa il match e che i Painkillers hanno fatto il loro massimo possibile raggiungendo un ottimo risultato per una squadra all’esordio.
E qui mi fermo se no mi additano come Painkillers e come tale fazioso.

In merito alla partita di Torino i commenti sono ancora più brevi: non c’ero e il divario è talmente ampio che mi riesce difficile esprimere una valutazione, pur conoscendo personalmente la maggioranza dei giocatori in campo.

Vorrei però aggiungere che io adoro i miei lettori e, soprattutto, quelli più polemici, perchè mi danno lo spunto per scrivere qualcosa quando sono a corto di idee.

Dunque, raffinato come l’uragano Ingrid, queste partite mi danno il “la” a fare una mia prima valutazione del campionato di Divisione nazionale in corso. Valutazione che è una opinione e quindi, come dico sempre, opinabile per definizione.

Fino al 31 gennaio, se qualcuno mi avesse chiesto (e qualcuno lo ha fatto) il mio pronostico avrei detto:
1 – Bocconi con tutte le partite vinte
2 – Roma con 2 partite perse contro Bocconi
3 – Torino
4 – San Marino
5- Painkillers (con tutte le partite perse)

Ora dopo questa domenica, però, qualche dubbio mi viene.

Il Torino è all’altezza della Roma di questa stagione?
Il San Marino è davvero così in difficoltà o si è trattato della classica partita “ciccata”?

Secondo me la partita chiave di questo campionato si giocherà il 28 febbraio a Torino. In quella occasione potremo vedere il reale potenziale di Roma e Torino (comunque, a mio parere, uragano si o uragano no, raffinato si o raffinato no, per il secondo posto).

Dunque, dopo l’1 febbraio rivedo le mie valutazioni dando una possibilità al Torino per il secondo posto e forse, ma solo forse, una piccola occasione ai Painkillers di vincere una partita (cosa che per il morale sarebbe come vincere un mondiale).

image

L'uragano Ingrid

Nota: l’uragano Ingrid si è abbattuto sulla costa atlantica del Golfo del Messico nel 2013 per 24 ore e, tutto sommato, non è stato poi sto gran che 😀 provocando una quarantina di morti.
Niente in confronto a Nargis in Birmania nel 2008 con 138000 morti.

Lascia un commento